Epilazione con Luce Pulsata Intensa (Ipl)

La melanina presente nel pelo assorbe l’energia e lo sviluppo conseguente di calore denatura la struttura del bulbo.

Tale effetto è molto selettivo, coinvolgendo solo i tessuti pigmentati, colorati. La cute ne è pertanto indenne. L’obiettivo non è quello di bruciare i peli, ma di utilizzarli per veicolare il calore alla matrice posta alla base del follicolo pilifero.

Tale matrice è responsabile della continua ricrescita dei peli ma, se si riscalda oltre una precisa soglia termica, essa si disattiva per molto tempo. In base al proprio metabolismo le matrici possono restare disattivate o essere riparate lentamente dall’organismo. A causa del ciclo di vita del pelo solo i peli presenti al momento del trattamento e direttamente collegati alla matrice possono veicolare efficacemente il calore.

Occorre quindi trattare più volte una zona, in modo da colpire i follicoli dei peli in tempi diversi. Quanto maggiore è il contrasto tra la pelle chiara e i peli scuri, tanto maggiore sarà l’efficacia della foto epilazione. Il calore assorbito dalla cute è notevolmente inferiore a quello assorbito dai peli e viene rapidamente dissipato dalla grande quantità d’acqua che costituisce la cute stessa. Possono essere trattate gambe, braccia, piedi, mani, inguine, torace, schiena e viso.

Nessun commento